Lunedì 6 novembre Moxoff ha partecipato alla conferenza The Future of Payments and Fintech all’interno del Museu do Dinheiro di Lisbona di fronte ad alcuni tra i più importanti player finanziari portoghesi ed europei, riuniti per discutere sul futuro dei pagamenti e del fintech, alla luce della nuova direttiva europea dei servizi di pagamento Payment Services Directive 2 (PSD2), che entrerà in vigore a gennaio 2018.

La PSD2 determinerà un nuovo contesto, in cui potranno giocare alla pari nuovi player e gli operatori più tradizionali, con opportunità di competizione e di innovazione dei servizi di pagamento.

La conferenza The Future of Payments and Fintech segnava la giornata finale del concorso  PayChallenge: Rethinking Payment Services, un’iniziativa promossa dal Banco de Portugal, CIONET Portugal e Portugal Fintech per promuovere lo sviluppo di soluzioni innovative per il mercato dei pagamenti.


Moxoff ha collaborato al progetto C4, vincitore del PayChallenge, dopo una selezione che ha visto oltre 100 candidature per progetti di innovazione del mondo fintech.

L’idea alla base del progetto C4 è quella di creare circuiti di pagamento tra imprese, organizzando grazie a un algoritmo il flusso di fatture che ogni impresa riceve o invia. Questa soluzione potrebbe contribuire a ridurre  grandemente i ritardi nei pagamenti tra le imprese, che oggi danneggiano l’economia.


Oltre a C4, gli altri progetti passati alla seconda fase del challenge sono stati il DecisionMaster (che offre soluzioni contro la frode ai pagamenti), il servizio EasyPay di EMEL, Easywave (soluzioni per pagamenti tramite portafoglio mobile digitale) e Loqr (che propone un servizio di autenticazione innovativo). La giuria della fase finale – composta da Rui Serapicos, di CIONET Portugal, Eduardo Mastranza, di Gartner, e Ricardo Madeira, di Roland Berger – ha selezionato la squadra italiana responsabile del progetto C4 e la società portoghese Loqr.