Anche il Football Virtual Coach di Math&Sport gioca la Finale di Coppa Italia!

17/06/2020

Dopo la presentazione ufficiale dello scorso Novembre a Barcellona insieme a Lega Serie A e poi il suo debutto in campo a febbraio col tablet messo a disposizione dei primi staff tecnici delle squadre di Serie A, oggi il Football Virtual Coach di Math&Sport, spinoff di Moxoff, avrà un altro battesimo: i suoi dati e le sue analisi saranno messe a disposizione dei giornalisti RAI che commenteranno la finale di Coppa Italia e di tutti gli spettatori che guarderanno la partita in tv.

Per la prima volta analisi fatte in tempo reale da algoritmi di intelligenza artificiale alimenteranno grafiche mandate in onda durante la partita, su tutti i broadcasters nazionali e internazionali. Inoltre, un tablet analogo a quello che solitamente usano le squadre durante il campionato di Serie A sarà a disposizione dei giornalisti negli studi RAI di Saxa Rubra.

Il Football Virtual Coach di Math&Sport è un complesso sistema di intelligenza artificiale in grado di analizzare i milioni di dati prodotti dai sistemi di videotracking durante la gara, è stato sviluppato all’interno del programma Action for 5G di Vodafone. Consente di analizzare ogni aspetto della partita in tempo reale e scoprire anche il cosiddetto “lato invisibile” del calcio. Ad esempio la pressione subita dai giocatori di un reparto o la loro disponibilità al passaggio. E quindi valutare non solo gli aspetti tecnici (passaggi, tiri, etc.) o prestazionali (km percorsi, sprint, etc.) di un giocatore o un reparto o una intera squadra; ma soprattutto il loro atteggiamento tattico!

Nei prossimi mesi ci saranno ulteriori novità. Sono già pronte nuove soluzioni di realtà aumentata e second screen sviluppate da Math&Sport nell’ambito del Programma Action5G di Vodafone per offrire una spettacolare esperienza allo stadio e a casa.

Ottavio Crivaro, CEO di Moxoff e Fondatore di Math&Sport, esprime tutta la sua soddisfazione su quanto si vedrà questa sera con queste parole: “La nostra missione, da quando è nato Math&Sport, è quella di valorizzare i big data nello sport per generare insights unici e in tempo reale. Quando arrivano questi momenti, in cui i nostri sistemi sono messi anche a disposizione del grande pubblico, la tensione sale alle stelle ma allo stesso tempo anche la soddisfazione è grande. Speriamo di continuare su questa strada, magari sollecitando l’interesse delle grandi realtà del settore, per crescere ancora più in fretta.”