Moxoff all’SDSC-Connect

1/10/2020

Giunto alla sua terza edizione, l’SDSC-Connect è l’evento annuale che riunisce ricercatori, innovatori, industriali e data scientist allo scopo di presentare le più recenti applicazioni di intelligenza artificiale (IA) alla produzione industriale e le tecnologie che in futuro potranno essere trasferite ad altri settori migliorando l’esperienza dei consumatori.

Anche quest’anno vi ha partecipato Moxoff, con la sua Knowledge Management Officer, Chiara Riccobene, la quale ha presentato 3 esempi di applicazioni di IA nello sport in real-time realizzate insieme a Math&Sport, spin-off di Moxoff nato nel 2016 e dedicato alla matematica applicata allo sport.

L’SDSC-Connect e il focus 2020

L’SDSC-Connect – acronimo di Swiss Data Science Center – è un evento organizzato dall’Università di Zurigo in collaborazione con il Politecnico di Losanna che prevede una serie di conferenze distribuite nell’arco di un’intera giornata.

Le precedenti edizioni del 2017 e 2019 erano incentrate sulla trasformazione digitale, per la terza edizione ci si è voluti concentrare sul miglioramento della scoperta e della creatività attraverso l’intelligenza artificiale (AI).

A differenza dei precedenti, l’evento di quest’anno si è tenuto online, con accesso libero e gratuito, previa iscrizione sul sito. 

I casi d’uso presentati da Moxoff

Moxoff, con il suo intervento dal titolo “Real-time Game Intelligence: How Math Befriends Sport”, ha voluto mostrare tre casi d’uso in cui la data science interviene a supporto dello sport e, in particolare, dei professionisti del settore come l’allenatore e il suo staff, ma non solo.

Gli sport interessati sono la pallavolo e il calcio, per i quali Moxoff ha sviluppato applicativi che lavorano con dati in real-time “di risposta” e “di simulazione”. 

Analisi delle performance in real time

Moxoff ha realizzato per la pallavolo e per il calcio due differenti applicazioni che elaborano i dati forniti da terzi durante lo svolgimento di una partita,  attraverso alcuni algoritmi e quindi mostrano agli allenatori e ai loro staff informazioni rilevanti in real time (tramite KPI specifici o Alert customizzabili).

Questi indicatori tracciano l’andamento della partita e segnalano eventuali anomalie rispetto a quanto previsto secondo parametri e trend rilevati in precedenza: i dati forniti al coach fungono da supporto alla strategia di gioco (analisi, classificazione di azioni, pericolosità o impatto di determinati tipi di azione ma anche dati legati ai singoli giocatori ecc.).

Ma non è tutto: per il calcio è stata introdotta una componente aggiuntiva molto innovativa, la realtà aumentata (AR). Si tratta di una modalità che potremmo definire di ‘entertainment’, in cui entra in gioco anche la creatività.  I dati di performance dei giocatori sono visibili agli spettatori allo stadio semplicemente inquadrando il campo con il loro cellulare, per un’esperienza di realtà aumentata unica, fruibile in futuro anche come esperienza per gli spettatori che seguono le partite da casa.

Simulare scenari in real-time

Per la pallavolo è stato sviluppato un applicativo, Prometeo, in grado di simulare delle vere e proprie partite e, quindi, studiare alcuni scenari. 

A differenza dei due casi precedenti, questo programma non ha il compito di capire come si comporterà il palleggiatore a seguito di una battuta specifica, ma quello di comunicare al fruitore alcuni dati di potenziale interesse, offrendo così l’opportunità di esplorare degli scenari alternativi in fase di preparazione della partita.  Si tratta di una simulazione di scenario di un’intera partita: sulla base di alcune premesse – per esempio, la disposizione dei giocatori in campo delle due squadre, le rotazioni, l’efficacia di battute e schiacciate ecc. – e altri dati raccolti in precedenza è possibile simulare e prevedere l’andamento di una partita.

I dati rilevati: quali sì e quali no

Durante lo svolgimento di una partita vengono rilevati indicatori (KPI) come, per esempio nel calcio, la velocità, il possesso di palla, la pressione che una squadra esercita sull’altra, la pericolosità di determinati tipi di azione, l’efficacia ecc.

Nel caso della pallavolo, in real-time ci si focalizza su un giocatore specifico, il palleggiatore, che ha un ruolo chiave essendo il centro dell’azione. Nel calcio invece vengono monitorati tutti e 22 i giocatori in campo.

Nel caso del simulatore, infine, vengono analizzati tutti i giocatori (le singole performance, per esempio, di chi è in battuta, chi riceve ecc.). Trattandosi di una simulazione globale è possibile che, cambiando il ruolo anche di un solo giocatore, tutta la simulazione cambi.

Gli strumenti a disposizione di allenatori e tifosi

Nel caso del calcio l’allenatore (o un membro del suo staff) ha a disposizione un tablet su cui è installata un’app (Football Virtual Coach) che gli offre, in tempo reale, dati di natura tattica sia sul singolo sia sulla squadra. Ai fan viene offerta un’app che si appoggia sugli stessi algoritmi avanzati del Football Virtual Coach ma crea un’esperienza d’uso molto più incentrata sulla passione del tifoso e sulla sua volontà di seguire i propri idoli.

Prometeo, invece, è fruibile solo offline ed è stato pensato esclusivamente per l’allenatore e per i giocatori in allenamento, in quanto tale strumento gli consente di simulare vere e proprie partite con gli effettivi a sua disposizione. 

Durante il periodo di quarantena del Covid sono state organizzate alcune simulazioni online su Youtube con protagonisti diversi allenatori di pallavolo; nel corso delle partite, andando man mano a complicare l’algoritmo aggiungendo sempre più informazioni, è stato possibile monitorare e valutare i risultati ottenuti.

Partners e campi di applicazione

Prometeo è ancora in fase di sviluppo e viene aggiornato anche in base alle esigenze di specifici allenatori con cui Moxoff collabora da anni: tra di essi si annoverano Andrea Giani, uno dei più importanti allenatori italiani, e Davide Mazzanti, l’attuale allenatore della nazionale femminile italiana. 

Per gli sviluppi nel calcio Math&Sport ha sviluppato le sue soluzioni anche grazie al supporto di Vodafone e alla vittoria del bando Action for 5G. Il programma ha permesso di sviluppare soluzioni tecnologiche all’avanguardia e di spingere il concetto di real-time e AR alla sua massima espressione. Ora Math&Sport è fornitore di Lega Serie A e sta attirando l’attenzione di altre importanti leghe e realtà internazionali.

Le innovazioni tecnologiche messe a punto da Moxoff e Math&Sport aprono, quindi, la strada a infinite possibilità e applicazioni in ambito sportivo ad alto livello, non solo per gli addetti ai lavori ma anche per tutti coloro che ruotano intorno a questo mondo, come i canali media e il pubblico di appassionati.