Sport 2.0: tra big data e gestione del talento

Oggi più che mai si generano una molteplicità di dati che raccontano un evento, un gesto tecnico, una prestazione, tanto da poter affermare che anche lo sport sta affrontando una vera e propria rivoluzione digitale.  La sfida diventa allora quella di trasformare questi dati in fonte di ispirazione e nuova conoscenza, permettendo ad allenatori e analisti di supportare ed esaltare ancor di più il talento e la creatività dei giocatori in campo.

Per questo, Moxoff ha partecipato all’evento “Arte e Scienza – Sport 2.0: tra big data e gestione del talento”, parte di un ciclo di incontri in cui i protagonisti della cultura artistica e scientifica italiana e internazionale sono chiamati al dialogo con i docenti del Politecnico di Milano sugli intrecci tra creatività e tecnologia.

Primo degli ospiti del 2019 è stato Davide Mazzanti, Direttore Tecnico del settore Femminile della Federazione Italiana chiamato a raccontare, a fronte dell’importante risultato raggiunto dalla Nazionale agli ultimi Mondiali di pallavolo, la sua collaborazione con Math&Sport per l’ottimizzazione del gesto tecnico e della strategia di gara.

Davide Mazzanti e Piercesare Secchi, docente di Statistica al Politecnico di Milano nonché membro del Comitato scientifico di Moxoff, si sono confrontati a lungo su quale possa essere il migliore approccio per valorizzare sia i big data che il patrimonio umano e tecnico che un allenatore si trova oggi a disposizione.

Per chi non ha potuto prendere parte all’incontro ecco il video con la versione integrale.

Scopri la Success Story Moxoff